Art on Stagepresenta la mostra “FOR YOU!”dedicata al maestro Lindsay Kemp presso Strada Sotterranea del Castello di Vigevano. La mostra sarà aperta al pubblico dal 4 al 13 maggio 2019.

 

Questo progetto nasce dalla volontà di voler far conoscere al pubblico un Artista con la “A” maiuscola, un artista a tutto tondo come è stato Lindsay Kemp. Abbiamo ideato l'evento cercando di raccontare i diversi campi e aspetti dell'arte a cui si è dedicato nella sua vita, legando danza, teatro, mimo, disegno, musica...

Le opere esposte sono state pensate per creare un percorso tra fotografie di scena e del quotidiano, disegni e schizzi realizzati dal maestro stesso e i favolosi abiti che indossava durante le sue performance.

Ospiti dell'evento sono due stretti collaboratori e amici di Kemp, Daniela MaccariDavid Haugton, che hanno selezionato e presentato le opere. Grazie alla loro collaborazione abbiamo potuto avere una testimonianza diretta dello spirito geniale e creativo di Kemp, inoltre ci hanno gentilmente concesso la visione di un video clip con una raccolta di immagine dei vari spettacoli e performance dell'artista.

 

L'urgenza comunicativa che Kemp sentiva lo trasportava in una sorta di trance in cui emozione, movimento e musicalità diventavano un tutt'uno nella sua persona, riuscendo così ad arrivare al cuore del pubblico. Nella sua arte c'è un continuo oltrepassare i limiti dei diversi campi per una libertà espressiva potente e trascinante.

Il suo stile, caratterizzato da una sintesi tra diversi linguaggi espressivi e da un approccio innovativo alla danza, si arricchisce di acrobazie e di effetti spettacolari. Con un uso mirato di luci e musiche ha contribuito a rinnovare la danza classica e contemporanea, apportando novità anche nell'arte del mimo e del teatro-danza, creando sul palco ogni volta un mondo da favola, evocativo e onirico.

Nei momenti di pausa dal palco amava disegnare e dipingere, era un personaggio poliedrico che si esprimeva attraverso le mani con diversi materiali. I suoi amici lo ricordano spesso imbrattato di colore. Con uno tratto istintivo e gioioso creava con pochi gesti figure di un mondo immaginario. Quello stesso mondo incantato che ritroviamo nelle sue performance abitato da marinai, circensi, toreri, amanti, vampiri, geisha...

La pittura era un altro modo di danzare con i colori sulla tela”.

Per ricreare questa impetuosa creatività abbiamo ideato la mostra non solo con un'esposizione di opere visive ma anche con un omaggio a Kemp e ai nostri ospiti con performance di danza della compagnia Kabuki della scuola Koreostudio di Vigevano, coreografati da Roberta Sala che ha partecipato a stage con Lindsay Kemp.

Daniela Maccari, ballerina e coreografa.
Daniela Maccari, ballerina e coreografa.
David Haughton, attore
David Haughton, attore

Lindsay Kemp - Biografia

Lindsay Kemp è nato il 3 maggio 1938 vicino a Liverpool, in Inghilterra. Fin da bambino si innamorò di ogni forma di spettacolo, anche se la madre aveva desiderio di indirizzarlo alla carriera navale, come il padre.

Negli anni '60 si trasferì a Londra, dove iniziò la sua formazione alla scuola del Ballet Rambertper continuare a perfezionarsi con diverse compagnie e in diversi shows che spaziavano tra vari generi teatrali, musical, cabaret, pantomima e cinema. Tra i suoi ispiratori e maestri, particolarmente significativo fu l'incontro con Marcel Marceau,al quale Lindsay è sempre stato grato per avergli trasmesso l'arte mimica e soprattutto una consapevole gestualità delle mani, che divenne motivo caratterizzante delle sue performances.

A Londra formò la sua prima compagnia dal nome The Lindsay Kemp Dance Mime Company, radunando intorno a sé ballerini, cantanti, cabarettisti, musicisti e lighting designers.

Nel 1970 nacque così la prima produzione di Flowers, basata sul romanzo di Jean Genet, “Notre dame des Fleurs”, il cui successo portò Kemp all’attenzione di tutto il mondo. Iniziano 25 anni di tournée internazionali che portano Kemp ad esibirsi da Londra a Broadway ed una stagione di grandi successi in tutto il mondo. L’intensità emotiva e spettacolare delle sue produzioni ebbe un impatto clamoroso ovunque, diventando una delle influenze più grandi sul teatro degli anni ’70 e ’80 in tutta Europa, America del Nord e del Sud, Australia e Giappone.

 

L'insegnamento fu un altro aspetto fondamentale della sua vita. Le sue lezioni erano molto frequentate e apprezzate dalle celebrità della musica e del cinema, tra le quali ci fu David Bowie,che collaborò per le musiche di Pierrot in Turquoise (1967). Nel 1972 proprio Bowie gli chiese di dirigere ed esibirsi nel leggendario concerto Ziggy Stardustal Rainbow Theatre di Londra.

 

Tra la fine degli anni '70 e '80 produsse le opere più significative della sua carriera: Salomè(1980), Sogno di una notte di mezza estate(1980), Mr. Punch's PantomimeDuende(1980), Nijinsky(1983), The Big Parade, omaggio al cinema muto (1986), Alice(1988). Creò performance per altre compagnie come The Parades Gone ByCruel Gardenispirato a Garcia Lorca per il Rambert Dance Company.

Furono anni molto creativi e intensi non solo sulle scene teatrali, ma collaborò anche con il cinema e la televisione, senza mai abbandonare il disegno e la pittura.

 

Negli anni '90 produsse successi come Onnagata(1990), Cenerentola(1994) e Variété(1996). Nel 1993 Kate Bush, che era stata sua allieva, lo invitò a partecipare al film “The Line, the Cross and the Curve, tratto dal suo album “The Red Shoes”. In questi anni produsse diversi balletti per il Teatro Nuovo di Torino.

Nel 2004 esordì in Spagna con Elisabeth I, nata anche grazie alla collaborazione di lunga data con Carlos Miranda e David Haughton suo collaboratore dal 1973 e parte del primo cast di Flowers. 

Nel 2009 iniziò un nuovo progetto per il teatro Goldoni di Livorno che ha portato a varie produzioni. In questa occasione avvenne l'incontro con Daniela Maccari, con cui iniziò una collaborazione intensa come danzatrice, coreografa e collaboratrice.

Dal 2014 per lo spettacolo Kemp Dancesriunì una piccola compagnia composta da David Haughton, Daniela Maccari, Ivan Ristallo, James Vanzo, Alessandro Pucci e Luciano Guerra, portando lo spettacolo in tour, con grande successo, nei principali teatri in Italia e Spagna.

Purtroppo la morte lo ha colto il 24 agosto 2018 nella sua casa di Livorno.

Dopo, i suoi collaboratori più stretti hanno sentito il dovere di fare il possibile per mantenere accesa la sua fiamma e continuare con amore a renderla accessibile al pubblico in ogni forma. In mostre di fotografie e disegni, attività online, workshop e incontri, ma anche nei teatri, proponendo un loro evento-spettacolo multimediale ispirato da Kemp Dances, in totale sintonia con la tecnica, stile e spirito del maestro, cioè Kemp Dances Ancora.

 

www.lindsaykemp.eu

Performance di danza della compagnia Kabuki della scuola di danza Koreostudio di Vigevano, coreografa da Roberta Sala.

La mostra ha ottenuto il patrocinio dell'Amministrazione Comunale, di Rotary Club Mede Vigevano e Rete Cultura Vigevano.

 

Ringraziamo per il contributo:

Fondazione Piacenza Vigevano

Rotary Club Mede Vigevano

Caffè Ristorante Gelateria Commercio

Enoteca Giacchero

Villa Ronchi

Studio Odontoiatrico Cornalba

Dolce Positivo